Dieta per Allenarsi in Palestra: Cosa Mangiare?

Quando si praticano sport o attività fisiche in generale, è di estrema importanza scegliere di seguire un’alimentazione corretta. Essa svolge un ruolo fondamentale nel benessere del nostro organismo e per questo, prima di affrontare qualsiasi tipo di allenamento in palestra, così come dopo averlo effettuato, è utile ed importante sapere cosa mangiare, quanti volte farlo e quali gibi privilegiare per ottimizzare i risultati da ottenere allenandosi.

Ecco di seguito una dieta corretta anche per andare in palestra per dimagrire.

Prima di accingersi a seguire una dieta per la palestra bisogna prima di tutto analizzare il tipo di routine a cui l’organismo è abituato, questo in virtù del fatto che il fabbisogno calorico varia in base al tipo e alla quantità di attività fisica svolta. In genere, chi è sportivamente attivo dovrebbe:

  • Seguire una dieta proteica, con un apporto limitato (ma senza evitarli totalmente) di grassi e carboidrati;
  • Fare tre pasti principali, ovvero colazione, pranzo e cena e due spuntini, così da non rallentare il metabolismo basale;
  • Preferire carne bianca e pesce alla carne rossa;
  • Bere tanta acqua, almeno 2 lt al giorno;
  • Consumare molta frutta e verdura;
  • Bere latte e mangiare latticini con un basso apporto di grassi;
  • Mangiare la giusta quantità di carboidrati;
  • Evitare le bevande dolci, quelle gassate e i superalcolici (un bicchiere equivale a dieci bustine di zucchero);
  • Assumere integratori di sali minerali per perfezionare l’equilibrio idrosalino;
  • Evitare alimenti raffinati ( prodotti da forno e che contengono zuccheri e grassi aggiunti).

Di seguito, un esempio di dieta da seguire quando si va in palestra.

  • Colazione: deve essere abbondante e prevede caffè, the latte o spremute, frutti di stagione, fette biscottate con marmellata o miele e cereali integrali;
  • Spuntini: un vasetto di yogurt, due fette biscottate o una piccola fetta di crostata di frutta;
  • Pranzo e cena: iniziare pasti principali mangiando verdure crude o cotte. Si possono poi aggiungere pasta, carne, pesce, legumi o formaggi. Evitare la frutta.

Cosa invece sarebbe da evitare dopo aver fatto palestra?

Chi sceglie di allenarsi in palestra dovrebbe evitare dopo l’allenamento alcuni cibi, in particolare quelli troppo ricchi di sale (salatini e patatine) , che se consumati danno una sensazione di gonfiore; Vietate cioccolate e caramelle, ci si può concedere un bicchiere di latte al cioccolato di quelle facilmente acquistabili nei negozi che vendono integratori per il fitness.

Al contempo, per permettere ai muscoli un facile recupero, bisognerebbe consumare una cena abbondante e ricca di proteine. Sono inoltre assolutamente sconsigliate pizza e mozzarella.

Dimagrire in palestra

Chi desidera dimagrire deve combinare una dieta corretta ad una ponderata attività fisica, Questo permetterà di:

  • consumare maggiori calorie di quelle assunte con i cibi;
  • ridurre l’apporto giornaliero di calorie;
  • seguire una dieta corretta, equilibrata e sana;
  • migliorare il proprio stato fisico.

Per chi frequenta la palestra per dimagrire è importante però introdurre il giusto apporto energetico e calorico, che va necessariamente adattato al proprio stile di vita.

Dimagrire in palestra: attiviamoci

Dimagrire in palestra non solo è possibile , ma offre tante situazioni che favoriscono la perdita di peso purché incontri la vostra volontà;

Pesi: sono utili per dimagrire in palestra?

Non esattamente. Uno degli errori che si commette più spesso, specie tra i neofiti è quello di prediligere i pesi. In realtà essi offrono scarsi risultati perché seppur tonificano la massa muscolare, di fatto non sciolgono i grassi.

Tutti coloro che si approcciano alla palestra, si aspettano un notevole dimagrimento in pochi mesi. Ma poiché in genere non si può mettere in pratica il concetto tipico del body building che afferma che “molta massa magra brucia molte calorie” i risultati potrebbero essere lontani da ciò che ci si aspetta.

Inoltre, se il soggetto non è allenato, la quantità di calorie che si riesce a bruciare in una sessione di pesi è davvero irrisoria.

Palestra per dimagrire

Affrontare la guerra contro i chili in eccesso e risultare vincenti è davvero difficile. Si spendono spesso tempo e denaro alla ricerca del prodotto o della dieta miracolosa che ci permetta di mangiare quello che vogliamo senza spostare in avanti l’ago della bilancia. Bene, è impossibile! Non esiste una dieta magica, ma esistono diete equilibrate, non esistono compresse dimagranti, esistono però integratori che possono potenziare i processi scaturiti da un regime alimentare corretto e dalla giusta attività fisica.

Tutto è utile ma l’unico metodo per perdere peso è di fatto il consumare più calorie di quelle che assumiamo cin il cibo. E siccome è difficile oltre che poco salutare mangiar meno, il trucco è certamente, consumare di più!

Sappiamo tutti che i grassi si accumulano nel nostro corpo perché non bruciamo tutto ciò che abbiamo introdotto con il cibo. Il grasso è una vera propria riserva di energie che, grazie alle migliorate condizioni di vita, oggigiorno (cibo disponibile quando vogliamo, la possibilità di stare al caldo), non consumeremo mai spontaneamente. Basti pensare che un chilogrammo di grasso sarebbe sufficiente a farci correre per ben venti ore!

Diversi studi hanno dimostrato che gli esercizi fisici continuati per almeno trentacinque minuti e a bassa intensità, sono quelli che permettono di bruciare più grasso. Ecco dunque la risposta alla fatidica domanda: “che attività fisica devo praticare per dimagrire?”. Esercizi ad intensità medio bassa che durino almeno trentacinque minuti.

Bisognerebbe, per rendere il tutto più piacevole e meno forzato, scegliere un’attività fisica o uno sport che ci piace, l’ideale sarebbe praticare un’attività che preveda l’utilizzo di tutto il corpo (corsa, sci di fondo, bicicletta, danza, l’aerobica e step. L’importante è far si che la frequenza cardiaca si mantenga tra il 60 e il 70% della frequenza cardiaca massima detta anche Max HR. A queste frequenze infatti, il cuore lavora in maniera ottimale e possiamo percorrere più strada sentendo meno la stanchezza, se si corre a livelli più alti, ci stancheremmo prima saltando per malavoglia l’allenamento successivo a causa dello sforzo precedente.

In conclusione: l’idea di non dover fare troppe rinunce a tavola è estremamente allettante per chiunque, ma allo stesso tempo bisogna ricordare che 1 ora di attività fisica ci fa consumare in media circa 320 calorie e che se dopo l’attività fisica mangiamo una fetta di torta da 500 calorie…abbiamo annullato tutto il sacrificio!

Scherzi a parte è estremamente importante trovare giusta motivazione e fissarsi su un obbiettivo da raggiungere in maniera graduale e sana.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *