Che cosa significa l’acufene? – Cause e trattamento

Tempo per leggere: 4 min

acufene Cause e trattamento

Quasi tutti hanno sperimentato un fastidioso attacco di acufene. Questo può verificarsi con il sonno cronico che dorme troppo, quando i segnali sonori inviati dal cervello non vengono letti correttamente dal sistema nervoso periferico e centrale. In linea di principio, non è un problema serio, ma la sua trasformazione in un compagno costante nella nostra vita quotidiana segnala che dobbiamo necessariamente consultare un medico e cercare una soluzione appropriata, poiché c’è il rischio che diventi un disturbo dell’udito più grave. È caratterizzato dal suono permanente di pattinaggio, ering o squillo in una o entrambe le orecchie. Scopriamo quali sono le cause del suo verificarsi, così come quali sono i metodi di trattamento appropriati.

Cause di Acufene – C’è bisogno di preoccupazione?

Anche se è stato molto tempo fa, ogni singola persona sente rumori strani o leggermente inquietanti di tanto in tanto. A volte sono espressi sotto forma di ronzio, fischi, ronzio costante, suono simile a quello di un corno d’auto o persino fischi. Il loro aspetto non è sempre motivo di preoccupazione. Forse è solo un segno di esaurimento. Ci sono molti piccoli trucchi, la cui applicazione porta a un sonno davvero sano.

Il termine medico per acufene è acufene e si manifesta più spesso di quanto si pensi, ma si presta attenzione solo nei casi in cui è più forte o diventa un fenomeno cronico. Di solito a causa di un cambiamento di pressione dopo aver viaggiato in aereo, imbarco o sbarco da una montagna o da un pavimento molto alto di un edificio, un brusco cambiamento di postura, un’attività fisica estenuante e la presenza di acqua nelle orecchie.

Nei casi più rari, può segnalare un problema molto più grave e richiede un esame medico e la prescrizione di un trattamento appropriato. Le sue cause patologiche possono essere le seguenti:

  • Otite;
  • Infezione di parte del condotto uditivo o Cida;
  • Perforazione parziale o popping completo del timpano;
  • Ossa indurite nell’orecchio;
  • Presenza di crescita, cisti o tumori;
  • Malattia di Menier;
  • Sviluppo di disturbi neurologici;
  • Diabete e obesità;
  • Grave malattia mentale.

Acufene e lesioni:

Lo sviluppo di una malattia cronica non è l’unica altra causa della comparsa di acufene. Ciò può anche essere dovuto a un trauma fisico nuovo o vecchio che ricorda se stesso. Tali sono quelli causati da un colpo alla testa o vicino all’aurich. Possono essere ottenuti cadendo.

Ronzio e fischi in questa zona sono uno dei sintomi dell’ipertensione arteriosa e delle malattie coronarie. Scopri come contrire facilmente l’ipertensione usando FrioCard. Altre condizioni che portano a questo tipo di ronzio includono abuso di droghe, stress cronico, affaticamento o ansia, assunzione di determinati tipi di farmaci, esposizione frequente a musica ad alto volume o irritanti sonori e l’uso di cuffie massime.

Quali sono le conseguenze dell’acufene permanente?

dell'acufene

Adottare misure appropriate è fondamentale per il corretto trattamento dell’acufene. Quando identifichi il problema e dura più di una settimana o due, è il momento urgente per consultare un medico. Altrimenti, rischi di perdere la tua interezza. Il numero di cellule uditivi si esaurirà semplicemente ad un certo punto. L’altra opzione possibile è portare all’iperacusia – ipersensibilità a qualsiasi tipo di suono a causa di una stimolazione eccessiva.

Le persone che hanno bisogno di condurre una vita attiva e soffrono di acufene sono minacciate da:

  • Mal di testa frequente;
  • Convulsioni;
  • Insonnia cronica;
  • Depressione, Apatia, Costante Sensazione di Affaticamento e Affaticamento;
  • Gravi conseguenze per la Psiche.

Acufene – Modi naturali per affrontare il ronzio

Acufene

Qui va sottolineato che l’esame con un medico è obbligatorio se si sente permanentemente uno squillo o fischi nell’aurising. È l’unico in grado di valutare obiettivamente cosa c’è che non va in te, oltre a identificare misure specifiche da adottare. Tuttavia, al fine di accelerare il recupero, puoi mi piacerti e applicare alcune delle buone pratiche elencate di seguito.

Pratica utile #1: mangia meno cibi grassi!

Acufene – questo può essere direttamente correlato all’ipertensione. Lo è – con il colesterolo. Se sei abituato a consumare prodotti a base di carne grassa, fritti, dolciumi e pasticceria, allora è giunto il momento di introdurre un migliore controllo del peso di qualità e sbarazzarti di almeno il 10% delle calorie in eccesso. Un piano dietetico davvero sano dovrebbe includere frutta, verdura satura di fibre, vitamine e minerali, carni “pulite” e pesce ricco di acidi grassi Omega-3.

Pratica utile #2: evita un suono eccessivamente forte!

Tutti amiamo i coupon di qualità a cui dare come ultima volta, ma in presenza di acufene cronico è meglio evitare pub eccessivamente rumorosi e ad alto volume. Riduci i decibel su cui ascolti la musica. Il miglioramento della condizione arriverà presto!

Pratica utile #3: bevi più liquidi e fai esercizio fisico regolare!

Esecuzione di esercizi leggeri ma quotidiani del tipo di ginnastica, jogging, yoga o altro tipo di attività responsabile della corretta regolazione della circolazione sanguigna, affrettata la rimozione di fastidiosi ronzii e ronzio. Possono essere praticati come una buona misura preventiva. Anche l’assunzione di liquidi è della massima importanza, poiché periodi prolungati di disidratazione portano alla reiterazione del rumore.

Pratica utile #4: monitora i livelli di PRESSIONE SANGUIGNA!

PRESSIONE SANGUIGNA

L’ipertensione porta a un forte aumento del rischio di ictus e altri tipi di malattie del sistema cardiovascolare. È direttamente correlato alla comparsa di acufene permanente e alla sua successiva perdita parziale o complessiva dell’udito. Ecco perché il monitoraggio della pressione sanguigna è importante. Evita di consumare cibi e bevande che aumentano i suoi livelli! Se necessario, utilizzare prodotti naturali per la normalizzazione del sangue come Avormin.

Pratica utile #5: rimuovi lo stress dalla tua vita!

Il ritmo frenetico della vita nella grande città ci rende tutti più ansiosi e nervosi. Traffico, andare al lavoro, tornare a casa, sindrome da “burnout”: tutti questi sono fattori che “spremere” quotidianamente la gioia della vita. Il tempo non è mai sufficiente per tutto, figuriamoci prestare attenzione di qualità a noi stessi e ai nostri cari. Cambia questo. Sei il motore della tua realtà. Non dimenticarlo.

Goditi la vita e presta la dovuta attenzione al tuo corpo!

Non trascurare l’acufene cronico. È un chiaro segnale da parte del tuo corpo che c’è qualcosa che non va. Presta la dovuta attenzione ad esso e vai necessariamente dal medico. Rilassati di più e mangia in modo corretto e rispettoso dell’ambiente. Le malattie che abbiamo stanno solo influenzando il nostro stile di vita. Avere il coraggio di cambiare tutto ciò che ti riguarda negativamente!

Francesca Polini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *