5 modi per abbassare la glicemia e prevenire il diabete

Tempo per leggere: 6 min

abbassare la glicemia e prevenire il diabete

Probabilmente hai sentito quanto sia dannoso lo zucchero. Cerchi di limitarlo dalla tua dieta perché può farti aumentare di peso. Quello che molti non si rendono conto, però, è che nella sua forma più pura, il glucosio è la principale fonte di energia per l’organismo. Non possiamo fare a meno di lei. Anche se passiamo a una dieta chetogenica, stimolando il corpo a utilizzare i chetoni per funzionare normalmente, abbiamo comunque bisogno di carboidrati.

Il cervello umano ha anche la capacità di produrre glucosio da solo se la sua concentrazione nel corpo scende al di sotto del 25%. Ecco perché è così importante mantenere normali livelli di zucchero nel sangue. Quando il nostro corpo non è in grado di farlo, iniziamo a soffrire di una condizione nota anche come diabete. Esistono 2 tipi principali: 1 e 2. È una malattia autoimmune cronica in cui il pancreas non è in grado di produrre insulina a sufficienza. Oppure il corpo non sa esattamente come portarlo alle cellule. È un ormone che il corpo produce quando scompone i carboidrati nel corpo.

Come regolare la glicemia e quali sono esattamente i suoi livelli normali? Devo seguire una dieta speciale? Quale dispositivo viene utilizzato per monitorare i livelli di glucosio nel sangue? Posso toglierlo naturalmente? Quali unità misurare? Quali sono i principali sintomi del diabete?

La migliore cura è preventiva. Migliaia di persone in Italia stanno scegliendo di ricorrere a rimedi completamente naturali per controllare meglio i livelli di zucchero nel sangue. Le capsule DiaformRX sono tra i prodotti biologici più preferiti. Hanno un prezzo accessibile e una composizione del tutto naturale.

Scopri i 5 modi per abbassare la glicemia alta e prevenire il diabete a casa di seguito!

Che cos’è il diabete? Quanti tipi ci sono?

Che cos'è il diabete

In breve, il diabete è un disturbo dei livelli di zucchero nel sangue (glucosio) e di insulina nel sangue. In coloro che ne soffrono, ci sono gravi disturbi nel modo in cui una persona produce e usa l’ormone pancreatico. È il principale responsabile dell’abbassamento della glicemia, curando la sua distribuzione del flusso sanguigno nelle cellule del corpo.

La scienza distingue i seguenti principali tipi di diabete:

  • Il diabete di tipo 1 si verifica quando, a causa di cause autoimmuni o di altre rare cause, il pancreas è danneggiato e non produce insulina. Questa forma è più spesso diagnosticata durante l’infanzia, ma può verificarsi negli adulti.
  • Nel diabete di tipo 2 c’è un problema sia nella produzione di insulina da parte del pancreas (carenza) che nel suo utilizzo da parte dell’organismo (insulino-resistenza). Quando il danno alle cellule che lo producono progredisce a tal punto da non poter più rilasciare spontaneamente abbastanza insulina per superare la resistenza del corpo ad essa, i livelli di zucchero nel sangue aumentano.

L’eccesso di glucosio nel sangue è un problema perché può danneggiare i vasi sanguigni. Inoltre, i tessuti del corpo non possono utilizzare il glucosio in modo efficiente per produrre energia. Ciò è dovuto al fatto che troppo rimane nel sangue invece di entrare nelle cellule.

È importante riconoscere che alti livelli di glucosio sono una conseguenza di un altro processo cronico. Di solito dura per anni prima che la glicemia aumenti. La buona notizia è che la dieta e l’esercizio fisico possono aiutare a ridurre la resistenza all’insulina e l’aumento di peso associato. E questo, a sua volta, funziona per prevenire il diabete di tipo 1 e 2.

Come abbassare la glicemia in modo naturale?

glicemia

Lo sviluppo del diabete di tipo 1 o 2 è una diagnosi, non una frase. Ecco perché le persone che ne soffrono devono pensare in modo positivo. Nessuno vuole essere malato, ma c’è una condizione molto più pericolosa e spaventosa. Impara a prenderti la cura quotidiana necessaria di te stesso. Anche se hai il diabete insulino-dipendente, questo non ti impedirà di vivere una vita normale. I livelli di zucchero nel sangue possono essere controllati con successo.

Ma come lo facciamo esattamente? Innanzitutto, controllali con un glucometro. Inoltre, mangia abbastanza carboidrati per mantenere il tuo corpo energizzato. Ma non esagerare con loro. Questo ti mette a rischio non solo di aumentare di peso, ma anche di aumentare i livelli di glucosio nel sangue a livelli estremamente pericolosi. Ottieni lo zucchero di cui hai bisogno principalmente da frutta e verdura, evitando pasta e dolci.

Di seguito abbiamo selezionato alcuni consigli utili per le persone che vogliono agire preventivamente sullo sviluppo del diabete!

  • Fibra, fibra, fibra! Più è meglio è. Aiuteranno a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue. E forniranno liquidi alle cellule del tuo corpo!
  • Più qualità del sonno! È noto alla scienza che il sonno è estremamente importante per il corretto funzionamento del corpo e del cervello. I disturbi del normale tempo di riposo e di rilassamento portano a cambiamenti estremi nella biochimica del corpo. E questo aumenta il rischio di diabete!
  • Controlla lo stress! Niente distrugge la salute come la tensione nervosa cronica. Prenditi abbastanza tempo per rilassarti e rilassarti emotivamente. Fai di più con i tuoi cari!
  • Non perdere la colazione! Ti dà l’energia di cui hai bisogno per iniziare la giornata normalmente. Mangia porzioni più piccole, ma a intervalli più frequenti. Questo rende anche più facile per il corpo digerirli.
  • Il movimento è vita! L’attività fisica regolare aiuta nella corretta disintossicazione. Ci aiuta a perdere peso e accelera i processi termogenetici. Allenati moderatamente, ma ogni giorno!

Quali sono i sintomi del diabete e della glicemia alta?

I sintomi del diabete variano a seconda di quanto è alto il livello di zucchero nel sangue. Alcune persone, in particolare quelle con prediabete o diabete di tipo 2, non hanno mostrato alcun segno della malattia per anni. Nel diabete di tipo 1, di solito compaiono improvvisamente e rapidamente, essendo più gravi. Ciò rende molto importante monitorare i valori di riferimento della glicemia con un misuratore o un misuratore.

Secondo l’American Diabetes Association, i seguenti sintomi sono un’indicazione di livelli elevati di zucchero nel sangue:

  • Aumento della sete;
  • Minzione frequente;
  • Forte fame;
  • Perdita di peso inspiegabile;
  • Presenza di chetoni nelle urine (sono un sottoprodotto della disgregazione di muscoli e grasso, che si verifica quando non c’è abbastanza insulina disponibile nel corpo);
  • Fatica;
  • Irritabilità;
  • Visione offuscata;
  • Ferite a guarigione lenta;
  • Infezioni comuni – quelle delle gengive, della pelle o infezioni vaginali;

Quali sono i glucometri di riferimento per la glicemia?

glucometri di riferimento per la glicemia

Tieni presente che non dovresti usare le letture del contatore come unico mezzo per diagnosticare il diabete o il prediabete. Se la tua glicemia è alta, secondo questo dispositivo, chiedi al tuo medico di fare un esame del sangue per confermare la diagnosi. Inoltre, una singola lettura della glicemia non è sufficiente per diagnosticare il diabete. Ne servono almeno due.

Nota Bene! Se stai seguendo una dieta a basso contenuto di carboidrati e sei preoccupato per i livelli di glucometro che stai assumendo, chiedi al tuo dietista esattamente come influisce sulla glicemia.

È possibile utilizzare i seguenti valori di zucchero nel sangue come riferimento:

  • Glicemia normale: meno di 100 mg. / dL (5,6 mmol / L) dopo il sonno e fino a 140 mg. / dL (7,8 mmol / L) due ore dopo un pasto;
  • Prediabete: tra 100-125 mg. / dL (5,6-7,0 mmol / L) dopo il sonno;
  • Diabete: 126 mg. /dL (7,0 mmol/L) o più dopo il sonno o superiore a 200 mg. / dL (11,1 mmol / L) a qualsiasi ora del giorno;
  • Impariamo i 5 modi casalinghi per abbassare la glicemia e controllare il diabete!

# 1. Una dieta corretta è la chiave per la prevenzione del diabete!

dieta prevenzione del diabete

Le persone con diabete hanno gravi difficoltà a mantenere i livelli di zucchero nel sangue entro limiti normali. Il sangue diventa “troppo dolce” quando i livelli di glucosio aumentano. La glicemia proviene da due luoghi: il fegato e il cibo che mangiamo. Non puoi fare molto per controllare la quantità di zucchero che sintetizzano, ma puoi modificare la tua dieta.

Gli alimenti sono costituiti da tre grandi categorie note come macronutrienti (nutrienti di base): carboidrati, proteine ​​e grassi. La maggior parte dei prodotti nel nostro menu sono una combinazione di due o tutti i macronutrienti. Ma spesso raggruppiamo gli alimenti a seconda che siano per lo più carboidrati, proteine ​​o grassi. Cerca di bilanciare le loro concentrazioni. Puoi farlo anche con successo con le biocapsule Diastine.

# 2. Mangia carboidrati puri, ma con moderazione!

Più carboidrati vengono consumati durante un pasto, più zucchero viene assorbito nel sangue. Ma di solito più alto sarà il livello di zucchero nel sangue. Pochissime persone sarebbero d’accordo sul fatto che i cibi dolci siano buoni. Alcuni di essi, che consideriamo salutari, come la frutta, potrebbero essere eccessivamente saturi di glucosio. E molte persone non sanno che i cibi ricchi di amido, come pane, riso, pasta e patate, vengono rapidamente convertiti in zucchero puro man mano che il corpo li assorbe.

La domanda può essere puramente individuale. In alcune persone, mangiare patate può aumentare la glicemia tanto quanto assumere 9 cucchiaini di zucchero! È difficile prevedere esattamente come salterà il valore nominale del glucosio. Varia, a seconda della genetica e della sensibilità all’insulina di base.

In ogni caso, è sconsigliato consumare troppo zucchero puro. Bilancialo con proteine ​​e grassi. Naturalmente, non devi essere solo in questa battaglia. Puoi sempre rivolgerti a un prodotto biologico, come CardioBalance.

# 3. Meditazione: un modo per evitare lo stress e contrastare il diabete!

Lo stress causa tutti i tipi di problemi di salute e psicologici. In caso di dubbio, ricorda quante volte una brutta giornata ti ha fatto dire qualcosa di cui ti sei pentito. Inoltre, influisce sulla scelta del cibo. Logicamente, può anche aumentare i livelli di zucchero nel sangue. Pertanto, è consigliabile fare tutto il possibile per ridurre i livelli di ansia.

La meditazione è un ottimo modo per ridurre lo stress. Numerosi studi hanno dimostrato che riduce l’ansia generale, anche in casi isolati. Prendendo il tempo per “ripulire” la tua mente dai pensieri negativi, il tuo corpo si rilassa e lo stress si riduce. Non tutti hanno tempo per lo yoga e il relax nella nostra frenetica vita quotidiana. Ma le Biocapsule Insunat sono sempre a tua disposizione!

# 4. Sii idratato!

Bere più acqua non è un consiglio rivoluzionario per la salute. Ma molte persone dimenticano che le cellule del corpo umano sono costituite principalmente da acqua. Evitare la disidratazione è sorprendentemente utile per bilanciare la glicemia. Una bassa assunzione giornaliera di acqua aumenta il rischio di diabete. Quando la glicemia aumenta, il corpo cerca di eliminare lo zucchero in eccesso il più rapidamente possibile. Di solito, questo è espresso da un aumento dei diuretici.

La mancanza di acqua nel corpo significa che non può eliminare i carboidrati in eccesso. Pertanto, il rischio di sviluppare il diabete aumenta. Fai tutto il possibile per rimanere idratato. Puoi anche aiutarti con le biocapsule SirtFood Diet.

# 5. Diventa (pro) biotico!

I probiotici si prendono cura del normale funzionamento del sistema gastrointestinale. Ma non solo. Reintroducendo questi batteri sani nell’intestino, sono un fedele aiutante nei problemi infiammatori e metabolici. E anche per abbassare la glicemia.

La ricerca mostra che l’uso quotidiano di probiotici riduce significativamente i livelli di glucosio nel sangue. Se non riesci a consumare lo yogurt tutti i giorni, sostituiscilo con successo con le biocapsule Diastine.

Il diabete è una diagnosi, non un verdetto!

diabete diagnosi

Fai del tuo meglio per mantenere i livelli di zucchero nel sangue entro limiti normali. Se fallisci o ti è già stato diagnosticato il diabete di tipo 1 o 2, non preoccuparti. Alcuni piccoli cambiamenti nello stile di vita possono aiutarti a farne solo una diagnosi, non un verdetto.

Francesca Polini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.