Unghie Bellissime con la Ricostruzione

La sempre più voluta tecnica di ricostruzione in gel per unghie è molto veloce e se fatta nel modo corretto, garantisce alle unghie una brillantezza e una lucentezza uniche. Ecco perché diventa sempre più la scelta numero uno per avere mani dall’aspetto curato ed elegante.

Perché la Ricostruzione

La ricostruzione con il gel può essere usata da chiunque, sia da coloro che hanno le unghie rovinate, per esempio a causa dell’onicofagia, sia da chi semplicemente si ritrova unghie fragili, o anche da chi desidera migliorare l’aspetto delle sue unghie naturali”.
L’aspetto delle unghie, la loro salute, il loro colore o la loro nuance è modificabile con la ricostruzione. Le unghie curate, ormai non sono più un semplice accessorio, sono diventate un punto focale del personale look di ogni donna.

L’attenzione delle donne all’aspetto delle proprie mani ed in particolar modo delle unghie ha reso la ricostruzione delle unghie  un fenomeno in grande crescita . Le ricostruzione delle unghie in gel, rispetto alla storica e anche obsoleta tecnica di ricostruzione con base acrilica, è molto veloce e facile da realizzare, e la loro lucentezza e brillantezza dura dalle tre alle quattro settimane.

Ricostrucione Unghie: le Tecniche

Come già saprete esistono diverse tecniche di ricostruzione. Un certo tipo di gel può essere applicato direttamente sull’unghia naturale, altri invece vengono applicati solo sull’allungamento realizzato con le cosiddette tip.

La ricostruzione a base di gel è particolarmente adatta a chi deve lavorare con le mani tutto il giorno in quanto questo gel grazie alla sua particolare formulazione, è in grado di penetrare negli avvallamenti dell’ unghia rendendole resistenti e compatta.

Tutte le Fasi Della Ricostruzione

Ecco sono le fasi che interessano la ricostruzione delle unghie.
A prescindere dal colore forma che sceglieremo di dare alle nostre unghie è estremamente importante innanzitutto disinfettare le mani prima di procedere alle varie fasi della ricostruzione. Dopo di che, si può procedere all’applicazione dello strato di primer su tutto il etto dell’unghia e lasciare che quest’ultimo si asciughi. Dopo di che, stendere uno strato di gel così come si fa con la stesura del comune smalto colorato.

Applicato lo strato di gel, si fa indurire sotto la lampada per circa due minuti i, per poi procedere a sgrassare le unghie con il cleaner. Fatto questo si può procedere se lo si desidera alla colorazione, all’applicazione di strass o alla nail art.. Ovviamente, come già detto, passaggio andrà polimerizzato sotto lampada ad ultravioletti!

Per ottenere effetto brillante, dopo l’ultimo passaggio e la relativa sgrassatura, è possibile passare dell’ olio per cuticole o qualsiasi altro olio purchè usato senza esagerazione.

Il sistema monofasico e quello trifasico

La scelta dei singoli prodotti è la cosa più importante perché i processi chimici di polimerizzazione sono determinati dall’interazione tra i raggi emessi dalle lampade e gli elementi reagenti presenti nei gel. Esistono diverse densità e tipologie di gel. Tra i quali, i due più importanti sono il monofasico e il trifasico. Il ‘monofasico’ è quello che prevede un unico prodotto per tutte le fasi della ricostruzione:
base, builder e sigillatura inclusa fase di lucidatura finale”. Nel sistema trifasico invece, vanno usati tre prodotti diversi per tutte e tre le fasi ricostruttive. Questa procedura richiede ovviamente tempo per l’applicazione e maggiori costi per l’acquisto dei vari prodotti. Tutto dipende dal risultato che si desidera ottenere e dal budget di cui si dispone per la cura delle proprie mani. Ricordiamo che l’utilizzo di buoni prodotti non solo agevola l’onicotecnico durante l’applicazione e regala risultati ottimali, ma è in grado di coprire l’unghia senza che la sua applicazione la danneggi.

Per chi ha problemi di tipo allergico, come per esempio le allergie al nichel o agli acrilici oppure si trova in stato di gravidanza, ci sono particolari prodotti anallergici che non bruciano la pelle durante la polimerizzazione, non creano reazioni allergiche e garantiscono gli stessi risultati dei gel normali.
Inoltre, negli ultimi tempi, sono stati sviluppati dei gel chiamati ‘refill’ che, come suggerisce il termine in inglese da cui prendono il nome, si utilizzano per i piccoli ritocchi e/o per eliminare l’effetto ricrescita senza dover necessariamente predisporre l’intero processo della ricostruzione con un notevole risprmio dal punto di vista economico per chi decide di farlo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *