Garcinia Cambogia: Proprietà, usi e Controindicazioni

La ormai famosa Garcinia Cambogia è una pianta subtropicale tipica dell’Indonesia e principalmente della regione Garcinia, da cui ovviamente deriva il nome. Questa particolare pianta produce frutti dalla buccia di un colore verde acceso. La Garcinia Cambogia è anche conosciuta con il nome di Tamarindo del Malabar.

I verdi frutti della Garcinia Cambogia sono largamente utilizzati in ambito culinario in zone come India e Indonesia, ma questa pianta è diventa famosa da noi in Occidente per via della sua ipotetica capacità di coadiuvare la perdita di peso. In realtà però, in riferimento a questa sua peculiarità ci sono pareri contrastanti, anche sono ormai numerosissimi i prodotti per la perdita di peso il cui ingrediente principale è appunto la Garcinia Cambogia.

>> Leggi più su Garcinia Cambodia Veda qui

Le Proprietà della Garcinia Cambogia

La parte del frutto della Garcinia Cambogia più comunemente utilizzata nella preparazione di integratori e come ingrediente principale delle diete stilate per perdere peso è la buccia. Stando a quanto dichiarato da chi ritiene la Garcinia Cambogia un ottimo alleato nella perdita dei chili di troppo, il consumo di questi particolari frutti o l’assunzione di integratori contenenti la sua buccia, permetterebbe di perdere peso in quanto sarebbe in grado di provocare una sorta di senso di sazietà che eviterebbe l’assunzione di calorie in eccesso. Secondo i più scettici invece, non sarebbe scontato che il semplice aumento del senso di sazietà sia davvero in grado di diminuire sensibilmente il quantitativo di cibo e relative calorie consumate, portando di conseguenza ad una perdita di peso consistente.

Gli usi Della Garcinia Cambogia

Come già detto dunque, il frutto della Garcinia Cambogia , divenuto popolare da pochi anni, viene soprattutto utilizzato come ingrediente per la preparazione di integratori in grado di aumentare il senso di sazietà q quindi favorire la perdita di peso, ma anche per riequilibrare i processi metabolici dei grassi e anche per via dei suoi blandi effetti lassativi. La Garcinia Cambogia intesa come frutto viene comunemente utilizzata nelle preparazioni alimentari sia della cucina indiana che di quella indonesiana per via del suo particolare sapore che sarebbe in grado di esaltare i sapori delle pietanze di questi posti.

La sostanza alla base delle peculiarità della Garcinia Cambogia è l’acido idrossicitrico che sarebbe in grado di favorire i processi metabolici dei grassi da parte del corpo umano.

Entrando più nel dettaglio, l’acido idrossicitrico (HCA) è una sostanza molto simile all’acido citrico. Solitamente i carboidrati e gli zuccheri ingeriti quando si consumano cibi vengono trasformati in grassi, l’acido idrossicitrico sarebbe in grado di interrompere tale meccanismo, in quanto sarebbe in grado di trasformare le calorie assunte in glicogeno. Tale sostanza viene utilizzata dall’organismo come una sorta di un vero e proprio combustibile utilizzabile subito. Il nostro ipotalamo, che regola le sensazioni di fame e sazietà, interrompe e blocca la sensazione di fame, ed invia dei segnali di sazietà all’organismo. Inoltre il frutto della Garcinia Cambogia sarebbe in grado di moderare la sensazione di fame andando a regolare i livelli di cortisolo (l’ormone dello stress), ed aumentando contemporaneamente i livelli di serotonina (l’ormone del buonumore).

Altro punto a favore del frutto della Garcinia Cambogia sarebbe supportato dalla medicina Ayurveda (antica medicina indiana) secondo la quale questo frutto, dal gusto particolarmente acido, così come tutti i sapori acidi siano in grado di favorire i processi digestivi. Un decotto preparato utilizzando i frutti della Garcinia Cambogia aiuterebbero ad alleviare i fastidi causati da reumatismi e problemi dell’apparato intestinale.

Garcinia Cambogia: Dosi Consigliate

Le dosi massime consigliate, quando si tratta di assumere l’acido idrossicitrico contenuto nei frutti della Garcinia Cambogia e solitamente utilizzati per produrre la maggior parte degli integratori, si aggirano intorno ai 500 mg, che di solito vanno assunti da mezzora ad un ora prima dei tre pasti principali (colazione, pranzo e cena).

Quando Assumere Garcinia Cambogia Veda?

Garcinia Cambogia: Funziona Davvero?

Ovviamente, come la maggior parte dei prodotti naturali, l’ efficacia degli integratori a base di Garcinia Cambogia ha bisogno di costanza nell’assunzione per offrire risultati visibili. Da questo punto di vista sarebbe bene ricordare, che per eliminare i chili di troppo solitamente non basta semplicemente assumere un integratore e che sarebbe consigliabile nutrirsi in maniera equilibrata e praticare attività fisica, in quel caso, l’assunzione della Garcinia Cambogia offrirebbe una forte spinta ai processi del metabolismo in grado di eliminare i grassi in eccesso e bloccare il senso di fame.

In particolare, diversi studi hanno esaminato i potenziali effetti del frutto della Garcinia Cambogia come una sorta d “agente anti-obesità”, ed hanno evidenziato che una buona parte degli individui sottoposti a test abbiamo dichiarato di aver perso peso dichiarando di non essere più stati soggetti ad attacchi di fame.

Garcinia Cambogia: Controindicazioni

Altri studi si sono concentrati sul tentare di capire se l’assunzione, anche a lungo termine, di integratori a base di Garcinia Cambogia possa portare a controindicazioni o effetti collaterali. Non sarebbero stati evidenziati veri e propri effetti collaterali o effetti indesiderati nell’utilizzo anche prolungato di integratori contenenti Garcinia Cambogia anche perché si tratta di un prodotto vegetale naturale . In commercio ci sono infatti degli integratori a base di Garcinia Cambogia con una dose giornaliera di a assunzione consigliata pari a 1000 mg al giorno che si tradurrebbero in una percentuale di acido idrossicitrico che rasenta il 60%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *